lunedì 27 luglio 2015

L'anima io ce l'ho, anche se non si vede, come il cuore, che però fa più rumore

Devo imparare ad amarmi, lo devo proprio fare
difficile equilibrio, l'ego in agguato
Mi viene naturale allentare la presa, lasciar correre e "pagare",
ma inevitabilmente reprimo e tutto ciò che "ingoiamo", scende sempre più in profondità e si accumula........... veleno.
Da qui la necessità di trovare una sorta di equilibrio, momentaneo, evanescente, ma cercare di restare nei paraggi......equilibrista con me stesso.
Non è facile, cambiare un'abitudine che per giunta credevo buona cosa, il porgere l'altra guancia è per me una mezza verità, una frase estrapolata forse da un discorso molto più ampio che però non mi hanno detto.e allora provo a colmarla io quella mancanza, cercando dentro me stesso...cercando il mio io superiore...........
Al di là di ogni aspetto mi ritrovo sempre più spesso a meditare su quanto vani siano i miei affanni, i miei dolori preziosi come le mie gioie, se guardo l'insieme e credo che forse così, guardando l'insieme, si possa trovare la giusta prospettiva.
Ci sono stati giorni in cui fumavo e a volte capitava che dopo una sigaretta fumata in silenzio mi sentivo in pace con me stesso, come se mi fossi fatto una carezza....ovviamente questo è un pensiero che devo decifrare, perchè altre volte (quasi sempre dopo aver acceso una sigaretta), c'era nausea dopo le prime due o tre boccate.........
EQUILIBRIO
La vita è un flusso in continuo cambiamento, forse è il caso che ritorni ad ascoltare un pò di musica, cercherò qualche libro disinteressato....alla "Robinson Crusoe", anzi se mi consigliate qualche titolo ve ne sarei riconoscente.......
L'estate è sempre stato per me un periodo non facile........anche questa è una cattiva abitudine.......di sentimento.........con radici ben radicate nei miei anni di bambino e di ragazzo........forse troppi silenzi e strade vuote, con gli unici colori i cartelli di "chiuso per ferie dal ......al......"
COMPRENSIONE
Se devo amare devo prima amarmi, così come devo imparare ad essere comprensivo con me stesso se voglio esserlo anche con gli altri........quindi, durante l'estate non avevo una vita esaltante, per quel bambino, poi ragazzo, non è stato facile ed è normale credo che certe esperienze lascino una certa impronta..............poi possiamo dire che è tutto un gioco, che la vita è un'illusione etc.....verissimo, ma a quel bambino fanno ancora male quei silenzi.......
ACCETTAZIONE
Mi è sempre venuto spontaneo accettare la vita, così come viene.......forse perchè non mi sono mai aspettato nulla, almeno prima...............
Ogni tanto penso a mio padre, al suo amare silenzioso, al suo sguardo dolce ogni volta che ne avevo bisogno.
Lo ritrovo a volte mentre sono con mio figlio, lo riscopro facendo stesse cose, giocando con i suoi stessi modi e mentre accadde lo ricordo...........
Forse un giorno ci rincontreremo..........
Sono tante le cose che non ho mai capito e forse oggi, ho smesso di rincorrere le farfalle, almeno non ho più voglia di catturarle e così sto accettando il non sapere......senza crearmi convinzioni verosimili
Non sono più chi sono stato, porto lo stesso profumo, forse, ma non sono la stessa anima.......l'anima io ce l'ho............anche se non si vede, come il cuore che però fa più rumore...........

Posta un commento