martedì 7 luglio 2015

CONSAPEVOLEZZA.

E’ FONDAMENTALE COMPRENDERE COSA SI INTENDE PER CONSAPEVOLEZZA.
Stai camminando.Sei consapevole di molte realtà:i negozi,la gente che ti passa a fianco,il traffico e così via.
Sei consapevole di molte cose,ma di una non lo sei:te stesso.
Stai camminando per la strada, sei consapevole di molte cose,e sei del tutto immemore di te stesso?
George Gurdjieff ha chiamato “rimembranza di sé”questa consapevolezza del sé.
Egli dice “dovunque sei,RICORDATI COSTANTEMENTE DI TE STESSO”.
Qualsiasi cosa tu stia facendo,continuamente dentro di te fa questo:sii consapevole di te stesso,del tuo agire.
Stai mangiando,sii consapevole di te stesso.
Stai camminando,sii consapevole di te stesso.
Stai ascoltando o parlando.Sii consapevole di te stesso.
Quando sei in collera,siine consapevole nel momento in cui compare la rabbia,siine consapevole.
Questo continuo ricordarsi di se stessi crea un’energia sottile,genera in te un’energia estremamente sottile:lentamente diventi un essere cristallizzato.
Di solito,non sei altro che una banderuola!
Privo di qualsiasi cristallizzazione,di fatto privo di qualsiasi centro:semplice liquidità,un’accozzaglia priva di qualsiasi integrità,un’infinità di cose prive di qualsiasi centro.
Sei una folla che ondeggia e cambia continuamente,senza alcun padrone al suo interno.
La consapevolezza è l’elemento che ti rende padrone,e con ciò non intendo qualcuno che domina o controlla.
Parlando di un padrone,intendo una presenza,una perenne presenza.
Qualsiasi cosa fai o non fai,una cosa deve essere continuamente presente nella tua consapevolezza:il fatto che tu ci sei.
Questa semplice sensazione di sé,di essere,crea un centro:un centro di immobilità,un centro di silenzio,di padronanza interiore.
Si tratta di un potere interiore.
E quando parlo di “potere interiore”,lo intendo alla lettera.
Ecco perché i Buddha parlano del “FUOCO DELLA CONSAPEVOLEZZA”:è un Fuoco!
Se inizi ad essere consapevole,inizi a sentire dentro di te un’energia nuova, un nuovo fuoco,una nuova vita.
E a causa di questa nuova vita,di questo potere nuovo,di questa nuova energia,molte cose che un tempo ti dominavano,si dissolveranno semplicemente.
Non devi affatto lottare contro di esse.
Devi lottare contro la tua rabbia,la tua avidità,la tua sessualità,perché sei debole.
Dunque,in realtà i problemi reali non sono la rabbia,l’avidità e il sesso, bensì la debolezza.
Quando inizi a essere forte dentro di te,con una sensazione di presenza interiore,la sensazione di essere,le tue energie diventano concentrate,si cristallizzano in un unico punto,e nasce un sé.
RICORDA:non si tratta di un ego,nasce un sé.
L’ego è una falsa sensazione del sé.
Senza avere nessun sé,tu continui a credere di averne uno:quello è l’ego.
L’ego è un falso sé:tu non sei affatto un sé,eppure credi di esserlo.
Posta un commento