martedì 27 gennaio 2015

oltre le apparenze

Io non sono ciò che sembro, il nome che porto me lo hanno dato, ma non credo di averne uno
Sento le fronde degli alberi come mani che salutano dall'alto di una valle....sento le pietre lisce, asciutte.
non esiste il tempo perchè è sempre adesso e questa vita è solo una breve esperienza
non so ancora il perchè, o meglio, non lo ricordo, come molte altre cose........probabilmente perchè altrimenti si perderebbe lo scopo di questo viaggio.....si mancherebbe l'obiettivo.
Sono i silenzi che mi parlano più chiaramente di chi io sia realmente o sarebbe meglio dire di chi sono......un insieme nell'insieme dove l'io non trova spazio, perde ogni senso.
Da un pò di tempo la mia anima sta cambiando o semplicemente è in atto un certo risveglio.....non lo so, ma so che inizio a percepire molte cose e sottolineo cose, come futili o con la loro giusta importanza, ma sempre in secondo piano rispetto a quel motivo che mi vuole qui.
I non so sono in crescita esponenziale e questo mi dona un certo sollievo.............non essere più costretto a dover sapere o saper fare............il non sapere mi apre alla fiducia.
Molto mi fa riflettere il Buddha ed il suo smascherare l'impermanenza che governa questa vita......la futilità di rendere vana questa esperienza rincorrendo solo ombre passeggere.
Se guardo un filo d'erba trovo le stesso conclusioni di un'intera vita di saggezza.


Posta un commento