lunedì 4 agosto 2014

osho

Ogni centro che si apre porta in se un diverso gioiello: kundalini, bilanciamento, amore, espressione, una mente diamantina. Questo e’ il dilemma: quale scegliere?
La mia enfasi è sul non scegliere _ sii senza scelta. Perché se scegli, diventi stretto. Ogni scelta ti restringe. Ogni scelta dice: “Ora avrò una finestra sul cielo, non l’intero cielo.” Perché? Perché mettere una cornice al cielo? Il cielo è senza cornice. Quando sei di fronte ad una finestra e guardi il cielo, hai falsificato il cielo _ perché sembra che la tua cornice-finestra abbia incorniciato il cielo. Perciò hai soltanto una visione limitata, ristretta.
Perché essere poveri? Perché non uscire di casa e vedere il cielo come è __ infinito? Per me, la vita è un’energia infinita che si espande. Non fare alcuna scelta! Ecco perché non metto il sannyas contro al mondo. Dico sii un sannyasin e sii nel mondo, perché un sannyasin, se sceglie la vita del monaco e fugge dal mondo, sarà più povero__ perché il mondo ha tante cose da darti. E’ un bellissimo e incredibile stratagemma di Dio__ per aiutarti a crescere, per darti delle sfide, per darti nuove avventure, per darti l’opportunità di testare te stesso, la tua consapevolezza, il tuo essere.
Se fuggi dal mondo, sfuggirai da tutte queste opportunità. Seduto in una grotta dell’Himalayas, sarai molto povero__ povero nel senso che non avrai ricchezza di esperienze. E via via diventerai stupido. Diventerai silente__questo è vero__ perchè non ci sarà nulla a distrarti. Ma quel silenzio è anche dell’Himalayas, non è tuo. Tornando nel mondo e nella piazza del mercato vedrai che il tuo silenzio sarà scomparso. Non era tuo__ era parte del silenzio Himalayano. Hai ingannato te stesso. Quando il silenzio accade nella piazza del mercato, allora è vero, allora è tuo __nessuno può portartelo via. Ora nessuna distrazione può distrarti. Puoi rimanere ovunque; qualsiasi sia la situazione, il tuo silenzio rimarrà lì, come un substrato profondo del tuo essere. E’ interiore.
Perciò non dico lascia il mondo. Dico sii nel mondo e al di là di esso__ così che tu possa avere entrambe le esperienze del sansari, il mondano, e del sannyasin, dell’oltre mondano. Quando entrambi sono possibili, perché scegliere? Rendi la vita più grande possibile. Non restringerla.
“Ogni centro che si apre porta un gioiello diverso… il dilemma è cosa scegliere.”
Non c’è bisogno di scegliere alcun centro. Tutti i centri, tutti i sette chakra devono funzionare bene. Tutti i centri del corpo devono funzionare in un’unità, in un’unità organica. Dal primo al settimo, devono vibrare come un’orchestra.
Puoi scegliere un centro. Questo è ciò che hanno fatto le persone: alcune persone hanno scelto il centro sessuale__ restano e vanno sempre lì intorno. Si muovono in cerchio. Tutta la loro vita rimane un processo di sessualità__ molto povera. Non li chiamo peccatori; li chiamo semplicemente persone molto povere. E povere per loro scelta__ quando era possibile molto di più.
E’ come se avessi un aeroplano e ci attaccassi dei buoi e lo usassi come carretto. Sei povero__ non un peccatore. Sei semplicemente scemo, stupido! Oppure puoi usare l’aeroplano come un camion, come un pullman__ un pochino meglio di un carretto, ma comunque saresti uno stupido. Un veicolo così costoso, e lo usi come un pullman! Un veicolo che può volare nei cieli, e lo usi come un camion sulla strada.
Ecco cosa succede. Hai una bellissima orchestra dentro di te, l’intera gamma, tutti i colori, tutte le note__tutto ciò che è possibile è possibile dentro di te, ma ti aggrappi ad un solo centro: il sesso. Qualcun altro si aggrappa ad un centro, altri ad un altro. E ci sono persone che pensano “Lascia tutto ciò, dobbiamo rimanere solo nel sesto chakra__ nel terzo occhio.” Anche questo restringe il tuo essere. Meglio dell’ essere un carretto, ma comunque sei un camion sulla strada.
Poi ci sono alcuni che pensano di dover usare soltanto il settimo chakra, contro tutti gli altri sei__ stai ancora confinando il tuo essere. Hai un aeroplano, ma non torni mai sulla terra. Prima o poi farai un grosso incidente perché prima o poi la benzina finirà, il petrolio non ci sarà. Volare continuamente è pericoloso. Ogni tanto torna a terra, giù a terra; fai benzina, riposa, rilassati; preparati a volare nuovamente. Questo è il modo.
E la terra è bellissima __tanto quanto il cielo. Le stelle sono bellissime, ma hai guardato da un aeroplano?__non puoi guardare molto a lungo il cielo, è noioso. E’ bellissimo, ma è monotono. Le persone si addormentano prima o poi. Guardano fuori dalla finestra per un pochino, poi si annoiano __ è monotono. La terra è incredibilmente bella, mai monotona. Così tanti fiori, così tanti alberi, così tanti uccelli, così tante persone.
La mia enfasi è di vivere in tutti e sette i chakra insieme. Senza mai perdere il contatto con i più bassi, e senza evitare di volare con gli alti. Usa tutti i centri! Così le tue ali saranno in cielo e le tue radici saranno nella terra. E un uomo perfetto è un incontro di cielo e terra__ è ciò che dicono i Taoisti: un incontro di cielo e terra. Questo è ciò che è un uomo perfetto: incontro del fisico e dello spirito, incontro tra corpo e anima, incontro del mondo e della rinuncia, incontro di prosa e poesia.
Osho
A Sudden Clash of Thunder
Capitolo 8
Posta un commento