giovedì 24 luglio 2014

Amore e odio

Non odiare niente, odio incluso.
Perché non fa alcuna differenza quale sia l’oggetto dell’odio, può essere l’odio stesso.
Quando la stessa energia potrebbe diventare amore, significa che saresti stupido a usare quell’energia per odiare, perché l’odio creerà ferite in te. Non ferirà nessun altro all’infuori di te… e l’amore avrebbe creato fiori al posto di ferite.
Quindi si tratta semplicemente di una questione di intelligenza.
L’odio è distruttivo, è autodistruttivo.
L’amore è grande rispetto per se stessi.
Puoi odiare qualsiasi cosa, chiunque, l’odio stesso, ma in ogni caso ti ritroverai con un’energia molto bassa: l’odio succhia energia, ti lascia vuoto, spento.
L’amore ti riempie di energia, di energia traboccante: non solo “guarendoti” ma creando un’aura attorno a te nella quale anche altri possono guarire.
Non è questione di religione, per cui l’odio è cattivo o immorale.
È questione di intelligenza: l’odio è stupido e l’amore è intelligente. 
Osho

Posta un commento