venerdì 27 giugno 2014

IMPARA A NON IDENTIFICARTI CON IL MECCANISMO.



IMPARA A NON IDENTIFICARTI CON IL MECCANISMO.

La mente continuerà a giocarti dei tiri mancini. E potrà manipolarti fino a quando imparerai a come non associarti a lei, come non identificarti. Devi imparare a non identificarti con la mente, perchè è sempre vecchia e conosce solo vecchi trucchi, si muove sempre nel vecchio solco; assomiglia a un disco: lo metti sul giradischi e lo fai girare, andrà ...avanti fino alla fine... dunque, la mente è una sorta di nastro registrato continua a suonare le sue vecchie musiche e tu devi imparare a non identificarti con quel meccanismo. E' sufficiente una particolare osservazione: sii un testimone distaccato e imparziale di ciò che scorre nella mente. Osservala parlare e ricorda che si tratta solo di un nastro registrato, un vecchio disco che gira sul grammofono. Da tempo te lo sei lasciato alle spalle, quel pensiero per te non ha più alcun rilievo, ha perso ogni riferimento con il tuo essere, comunque persiste. E se non smetti di identificarti con quel processo mentale, continuerai a nutrirlo. Ferma qualsiasi identificazione e gli toglierai ogni nutrimento: prima o poi sfumerà , si allontanerà sempre di più fino a svanire, indietreggerà fino a sconnettersi totalmente da te. Ricorda: non si tratta di risolvere un problema e poi un altro, e poi un altro ancora. Tu hai un unico problema: come disidentificarti dalla mente. Per cui stai attento: ogni volta che la mente inizia ad imbambolarti con i suoi trucchi, datti una scossa: puoi lanciare un bell'urlo, oppure metterti a saltare, fare un'po' di jogging, e poi dille: "Ti conosco, adesso basta! Non manipolarmi più".

<3 Osho <3
http://www.ilgiardinodeilibri.it/libri/__il_significato_dellesistenza.php?pn=2106

La mente continuerà a giocarti dei tiri mancini. E potrà manipolarti fino a quando imparerai a come non associarti a lei, come non identificarti. Devi imparare a non identificarti con la mente, perchè è sempre vecchia e conosce solo vecchi trucchi, si muove sempre nel vecchio solco; assomiglia a un disco: lo metti sul giradischi e lo fai girare, andrà ...avanti fino alla fine... dunque, la mente è una sorta di nastro registrato continua a suonare le sue vecchie musiche e tu devi imparare a non identificarti con quel meccanismo. E' sufficiente una particolare osservazione: sii un testimone distaccato e imparziale di ciò che scorre nella mente. Osservala parlare e ricorda che si tratta solo di un nastro registrato, un vecchio disco che gira sul grammofono. Da tempo te lo sei lasciato alle spalle, quel pensiero per te non ha più alcun rilievo, ha perso ogni riferimento con il tuo essere, comunque persiste. E se non smetti di identificarti con quel processo mentale, continuerai a nutrirlo. Ferma qualsiasi identificazione e gli toglierai ogni nutrimento: prima o poi sfumerà , si allontanerà sempre di più fino a svanire, indietreggerà fino a sconnettersi totalmente da te. Ricorda: non si tratta di risolvere un problema e poi un altro, e poi un altro ancora. Tu hai un unico problema: come disidentificarti dalla mente. Per cui stai attento: ogni volta che la mente inizia ad imbambolarti con i suoi trucchi, datti una scossa: puoi lanciare un bell'urlo, oppure metterti a saltare, fare un'po' di jogging, e poi dille: "Ti conosco, adesso basta! Non manipolarmi più".
Posta un commento