venerdì 28 febbraio 2014

Il ricottino maestro

Stamattina mi sono recato in un grande magazzino a fare un pò di compere....poche cose, tra cui una ricotta nel suo fuscello di plastica con intorno il cartone.
Oggi è una bella giornata di sole, tanto che sembra primavera........i mandorli sono in fiore e con il sole rendono l'aria più serena................
Mi reco alla cassa e pago, esco e torno a casa in auto.
Arrivato, inizio a riempire il frigo con gli acquisti e mi rendo conto che la confezione della ricotta è rotta ed un pò ne è fuoriuscita.
Conoscendo la cura con la quale ripongo la spesa nelle buste........gli articoli più pesanti alla base..........mi armo di pazienza, rimetto tutto nella busta, mi rimetto in auto e ritorno al grande ipermercato.
- Buon giorno, poco fa ho acquistato questi articoli e mi sono reso conto......................
La commessa, comunica telefonicamente al proprio responsabile l'accaduto e mi comunica che non può sostituirmi la ricotta perchè avrei dovuto accorgermene prima che superassi le casse................abbastanza mortificata............semplicemente replico che per rompere una confezione di quel tipo, ci vorrebbe un bel colpo...............
Sono andato via ed ho buttato la confezione nel primo bidone di immondizia indifferenziata.
Nel tragitto verso casa e dopo, ho sentito una subdola rabbia che provava a crescere, alimentandosi dei miei pensieri...........rendendoli negativi.
Non mi accorgevo più dei mandorli, della luce e dell'erbetta verdissima,
mi sono subito accorto di quanto facile sia perdersi per delle piccolezze, alla luce del fatto che quello "ferito" non era il portafoglio, non era l'euro e quaranta che avevo perso, ma bensì il mio ego ferito che bramava vendetta....................stavo perdendo serenità per uno sciocco ricottino.
è bastato rendersene conto...svegliarsi, essere consapevole del tutto...................
Ora capisco che quel ricottino, stamattina è stato il mio maestro.
...anche il veleno se ben gestito diventa antidoto.

MaoP
Posta un commento