mercoledì 8 gennaio 2014

Riflessioni

Troppo spazio hanno le  influenze del mondo, degli altri; troppo comodi e accomodanti siamo diventati, è più semplice far finta......anche quando mi parli, sono distante......nei miei pensieri, i desideri che si decompongono in insoddisfatte voglie che mai si accontentano, agonie dell' ego che ci proietta insicurezze, addomesticandoci ancor di più a seguire la massa, nella speranza di venirne fuori.
Gli insegnamenti di Osho sono germogli che devo curare e far crescere, fortificare
ed uno di questi è che nessuno può fare la "strada" al posto nostro, nessuno ci può fare da tramite, si può solo indicare la via.......
Nessun santo o maestro, nessun dogma. In ognuno c'è la verità, la strada, Dio.
Abbiamo smarrito il senso e sprechiamo la vita a rincorrere ombre, saltando da un desiderio ad un altro
incastrati in orari impossibili, non abbiamo più tempo per la vita stessa e poi facciamo la fila per comprare un altro giocattolo.................. ci spaventiamo ogni volta dei cambiamenti dimenticandoci che la vita stessa è cambiamento.
Come un albero affonda le radici nella terra, nelle profondità.....questa vita dovremmo usarla come trampolino per arrivare in cima, come i rami più alti,  dove l'aria  è buona, dove l'orizzonte parla di silenzio.
Equilibrio, è la parola magica, provo a metterla in pratica, ricetta del cuore e del vivere bene.
Ogni passo sulla via della consapevolezza ci porterà inevitabilmente più vicini, ciò che siamo disposti a dare....riceveremo........come boomerang, ogni pensiero di pace ed armonia è un talismano per la quiete della mente, e quando la notte si farà molto buia........saremo luce di fiducia.
Posta un commento